Giulia Barrera

È Archivista di Stato e storica africanista, tra i promotori di FOIA.it, l’iniziativa per l’adozione di un Freedom of Information Act in Italia. Ha iniziato a lavorare negli archivi di Stato italiani appena finito il liceo, prima presso l’Archivio centrale dello Stato (1980-90), poi all’Ufficio studi e pubblicazioni (1990-2004). Nel frattempo, si è laureata in lettere, specializzata in archivistica, ha conseguito un D.E.A. in storia presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales e ha ottenuto un Ph.D. in storia africana presso la Northwestern University (Evanston, Il, USA), con una tesi su: Colonial Affairs: Italian men, Eritrean women, and the Construction of Racial Hierarchies in Colonial Eritrea (1882-1941). Attualmente lavora come archivista al Dipartimento per i beni archivistici e librari del Ministero per i beni e le attività culturali. Già da alcuni anni svolge parte della propria attività lavorativa presso la Procura della Repubblica di Roma, come consulente storico-documentaria per un procedimento penale relativo ad alcuni italiani desaparecidos in America Latina negli anni Settanta del Novecento (si tratta dell’inchiesta italiana sulla così detta Operazione Condor, l’accordo segreto di collaborazione fra le dittature del Cono Sud, creato nel 1975 per iniziativa della DINA cilena).

Pubblicato in